Ago 18, 2017 - Senza categoria    No Comments

PER CHI AMA IL MISTERO E IL MEDIOEVO

Per chi ama il Mistero e il medioevo, allora non può lasciarsi scappare il nuovo romanzo tutto Italiano nato dalla penna del già vincitore della 60° esima edizione del Premio Bancarella, Marcello Simoni. L’autore italiano di thriller storici più letto nel mondo.. Ai primi posti delle classifiche italiane, ha già venduto 1 milione di copie in pochissimo tempo. Il suo nuovo protagonista non sarà un nobile cavaliere ma bensì un’abile ladro ( una sorta di un’ Arsenio Lupin rinascimentale). Nella Firenze del Quattrocento si aggira un oscuro personaggio dalle origini ignote di nome Tigrinus.
Il suo destino è intrecciato a quello dei potenti signori della città: i Medici.

Qui di seguito troverete la trama del romanzo!! Il Mistero è servito.. Non mi resta che augurarvi una Buona lettura!!

Trama:

Firenze, 21 febbraio 1459.
Il banchiere Giannotto Bruni viene ucciso in circostanze misteriose nella cripta dell’abbazia di Santa Trìnita. L’unico testimone è Tigrinus, un giovane ladro di origini ignote, dai capelli neri striati di bianco, che paga caro l’avere assistito al delitto: immediatamente arrestato con l’accusa di omicidio, solo l’inspiegabile intervento di un uomo molto influente riesce a sottrarlo alla morte. Ma a quale prezzo? Da quel momento in poi Tigrinus sarà braccato e costretto a fronteggiare i tentativi di vendetta di Angelo e Bianca, il figlio e la nipote della vittima, convinti che meriti la forca. Mentre cerca di sfuggire ai parenti di Giannotto, il ladro scopre però qualcosa di decisivo per il proprio destino: la morte del banchiere è legata a un tesoro che si trova su una nave proveniente dall’Oriente. Per aver salva la vita, Tigrinus dovrà stringere un patto con il potente Cosimo de’ Medici e affrontare un incredibile viaggio per mare, alla ricerca di un uomo sfuggente e imprevedibile. Un uomo che pare conoscere tutto sul suo misterioso passato… Un uomo chiamato l’abate nero.


Recensioni:

«Io mi diverto molto con le storie di Marcello Simoni e ve le raccomando. Se avete amato sir Walter Scott, Il Signore degli Anelli e il poema di Ludovico Ariosto, ecco un loro pronipote.»
Antonio D’Orrico, Corriere della Sera

«Non ti fa sentire il peso di una storia di settecento anni fa, ma la rende attuale. Il presente storico è la cifra estetica più originale di Simoni.»
Vittorio Sgarbi

«La sua scrittura è un mix tra Il nome della rosa in salsa ferrarese e un Dan Brown con influssi salgariani…»Leonetta Bentivoglio, la Repubblica.

 

Blog post articolo 1

PER CHI AMA IL MISTERO E IL MEDIOEVOultima modifica: 2017-08-18T18:13:59+02:00da caterina817
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento