Archive from agosto, 2017
Ago 18, 2017 - Senza categoria    No Comments

PER CHI AMA IL MISTERO E IL MEDIOEVO

Per chi ama il Mistero e il medioevo, allora non può lasciarsi scappare il nuovo romanzo tutto Italiano nato dalla penna del già vincitore della 60° esima edizione del Premio Bancarella, Marcello Simoni. L’autore italiano di thriller storici più letto nel mondo.. Ai primi posti delle classifiche italiane, ha già venduto 1 milione di copie in pochissimo tempo. Il suo nuovo protagonista non sarà un nobile cavaliere ma bensì un’abile ladro ( una sorta di un’ Arsenio Lupin rinascimentale). Nella Firenze del Quattrocento si aggira un oscuro personaggio dalle origini ignote di nome Tigrinus.
Il suo destino è intrecciato a quello dei potenti signori della città: i Medici.

Qui di seguito troverete la trama del romanzo!! Il Mistero è servito.. Non mi resta che augurarvi una Buona lettura!!

Trama:

Firenze, 21 febbraio 1459.
Il banchiere Giannotto Bruni viene ucciso in circostanze misteriose nella cripta dell’abbazia di Santa Trìnita. L’unico testimone è Tigrinus, un giovane ladro di origini ignote, dai capelli neri striati di bianco, che paga caro l’avere assistito al delitto: immediatamente arrestato con l’accusa di omicidio, solo l’inspiegabile intervento di un uomo molto influente riesce a sottrarlo alla morte. Ma a quale prezzo? Da quel momento in poi Tigrinus sarà braccato e costretto a fronteggiare i tentativi di vendetta di Angelo e Bianca, il figlio e la nipote della vittima, convinti che meriti la forca. Mentre cerca di sfuggire ai parenti di Giannotto, il ladro scopre però qualcosa di decisivo per il proprio destino: la morte del banchiere è legata a un tesoro che si trova su una nave proveniente dall’Oriente. Per aver salva la vita, Tigrinus dovrà stringere un patto con il potente Cosimo de’ Medici e affrontare un incredibile viaggio per mare, alla ricerca di un uomo sfuggente e imprevedibile. Un uomo che pare conoscere tutto sul suo misterioso passato… Un uomo chiamato l’abate nero.


Recensioni:

«Io mi diverto molto con le storie di Marcello Simoni e ve le raccomando. Se avete amato sir Walter Scott, Il Signore degli Anelli e il poema di Ludovico Ariosto, ecco un loro pronipote.»
Antonio D’Orrico, Corriere della Sera

«Non ti fa sentire il peso di una storia di settecento anni fa, ma la rende attuale. Il presente storico è la cifra estetica più originale di Simoni.»
Vittorio Sgarbi

«La sua scrittura è un mix tra Il nome della rosa in salsa ferrarese e un Dan Brown con influssi salgariani…»Leonetta Bentivoglio, la Repubblica.

 

Blog post articolo 1

Ago 18, 2017 - Senza categoria    No Comments

Care mamme, il segreto su come educare le vostre figlie…

Educare le proprie figlie alla consapevolezza del proprio valore, così diventeranno donne capaci di non scambiare la gelosia per amore! Negli anni passati c’erano argomenti tabù tra un genitore e un figlio, sopratutto se si tratta del rapporto tra madre e figlia. Le nostre madri ci hanno inculcato sin da bambine,i loro insegnamenti a loro volta fatti dalle loro madri e così via.. cercando sempre il modo giusto per proteggerci senza però metterci spesso di fronte alla realtà della quotidianità. Negli ultimi anni, però stanno accadendo degli eventi troppo forti ai danni delle donne che molto spesso si ritrovano vittime inconsapevoli di amori malati, o addirittura donne fragili incapaci di affrontare la vita di tutti i giorni da sole.

In Inghilterra è uscito il libro “How to be a Woman” scritto da una femminista convinta Caitlin Moran. perché il femminismo secondo Caitlin è decisamente divertente. Questo libro sta avendo un notevole successo nel suo paese. Sopratutto tra le teenager e le mamme di tutto il Regno Unito, il libro tradotto letteralmente in Italiano è: “Ci vogliono le palle per essere donna”. Leggetelo, sarà un modo nuovo,simpatico  per approfondire certi argomenti con le vostre figlie. E ricordate un libro può essere d’aiuto fino ad un certo punto, ma la cosa che più conta davvero è l’amore di una madre per la propria figlia, i vostri insegnamenti l’accompagneranno per tutta la sua vita, quindi FORZA MAMME!!

 

Ci-vogliono-le-palle-per-essere-una-donna_main_image_object

Ago 18, 2017 - Senza categoria    No Comments

PERCHE’ NOI DONNE LEGGIAMO PIU’ DEI MASCHI?

Bella domanda.. alcuni sostengono che le donne leggono di più rispetto ai maschi perchè sono empatiche…

Per come stanno le cose in base alle statische raccolte dagli esperti, il 48,6% delle donne sono lettrici, contro il 35% dei maschi. Niente male!!D’altra parte, si presume che leggere e scrivere sono competenze femminili. Lo hanno ribadito al Festival dei Due Mondi la kermesse Culturale che ha visto come protagoniste,la scrittrice Sveva Casati Modignani e Linda Sabbadini, statistica e giornalista.

” Una donna su 10 scrive diari,ricordi,racconti,libri.E da anni abbiamo il primato della lettura in un paese dove,purtroppo,più del 60% della gente non tocca libro:” dice Sabbadini.

Come ha detto la scrittrice Casati Modignani,”I libri sono stati una via di fuga per le donne”.. Sarà così?

Personalmente credo,che non si tratta solo di essere donna o uomo, per leggere o scrivere ma si tratta di passione, e una cosa fatta con passione riesce benissimo a chiunque a prescindere dal proprio sesso. Voi cosa ne pensate?

libro