Archive from novembre, 2016
Nov 25, 2016 - Senza categoria    No Comments

Scegliere un libro da regalare a Natale.

Mancano poco più di 30 giorni al Natale 2016 e non hai pensato ancora a cosa regalare alla tua amica, al tuo uomo o ad un amico speciale? Ogni anno la stessa storia: ci riduciamo alle 19:00 del 24 dicembre per comprare i regali e spesso compriamo quello che troviamo.

Un libro è il regalo ideale per un milione di motivi. Un vecchio manifesto pro lettura recitava:

“E’ bello regalare un libro perché: è un modo diverso per dire Ti Amo; un modo insolito per dire Ti penso; un modo intelligente per dire Grazie”.

Scegliere un libro da regalare è un gesto che richiede molta attenzione e non va mai improvvisato. Per regalare un libro si deve conoscere profondamente la persona a cui lo stiamo regalando, dobbiamo conoscerne i sentimenti, le emozioni e soprattutto i “gusti”.

L’errore più grave è quello di regalare un libro che ci è piaciuto tantissimo da leggerlo in un solo giorno. La lettura è intima e un libro non è una sciarpa che prima poi verrà utilizzata. Un libro va vissuto e se non piace finirà a prendere polvere in cima a uno scaffale.

Per regalare un libro bisogna essere affiatati con chi dovrà riceverlo o dovrete essere un buon detective, magari sbirciando tra i libri già presenti nella sua biblioteca.

Anche se il sapore di entrare in una libreria e perdersi tra gli scaffali ha il suo fascino, oggi con internet e i vari siti di vendite online può essere più facile trovare il titolo giusto.

Le classifiche dei libri più venduti possono aiutare ma non affidatevi esclusivamente a loro, ricordatevi che il libro è intimo e quello che può piacere a 5 milioni di persone non è detto che piaccia al vostro amico.

tumblr_o3p71uR8jS1u8rtwro10_r1_1280

Nov 15, 2016 - Senza categoria    No Comments

Ci sono amori che vanno aldilà di ogni cosa…

 

Ci sono amori che vanno aldilà di ogni cosa. Se oggi queste persone fossero ancora qui  tra di noi, non potrebbero mai e poi mai, credere all’evoluzione che la  “mentalità” umana, abbia fatto grandi progressi su l’amore tra due persone dello stesso sesso. Un  tempo sarebbe stato un  tale scandalo da poter influenzare  negativamente la vita di entrambi. Eppure  due dei più grandi scrittori come Oscar Wilde è Lord Alfred Bruce Douglas, soprannominato “Bosie” vivevano la loro storia d’amore clandestinamente. Ecco qui di seguito una delle lettere d’amore scritte da Wilde al suo amato.

 

 

29 Aprile 1895

 

Mio carissimo ragazzo,

Questa mia è per rassicurarti del mio eterno amore per te. Domani tutto sarà finito.

Se la prigione e il disonore saranno il mio destino, pensa che il mio amore per te e l’idea, la convinzione più ancora che divina, che tu mi contraccambi, mi sosterrà nella mia infelicità e mi renderà capace, spero, di sopportare pazientemente il dolore. Poiché la speranza, o piuttosto la certezza, di incontrarti di nuovo da qualche parte, è lo scopo e l’incoraggiamento della mia vita attuale, ah! Devo continuare a stare al mondo per questo.

Il caro… è venuto a trovarmi oggi. Gli  ho dato diversi messaggi per te. Mi ha detto una cosa che mi ha rassicurato: mia madre non ha bisogno di nulla. Ho sempre provveduto a lei e l’idea che potesse soffrire di qualche privazione mi rendeva infelice. Per quel che ti riguarda (grazioso ragazzo dal cuore di Cristo), ti prego, appena avrai fatto tutto quello che puoi, parti per l’Italia, riacquista la tua tranquillità e scrivi quelle poesie che solo tu sai con quella tua grazia unica. Non esporti in Inghilterra, per nessuna ragione.

Oh se un giorno a Corfù, o in qualche altra isola incantata, ci fosse una piccola casa dove vivere insieme!

La vita sarebbe più dolce che mai.

Il tuo amore ha grandi ali ed è forte, il tuo amore arriva a me attraverso le sbarre della prigione e mi conforta, l’amore è la luce che illumina le mie ore.

Coloro che non sanno cos’è l’amore, so che scriveranno, se il destino ci sarà avverso, che io ho avuto una cattiva influenza su di te. Se sarà così, tu dovrai scrivere a tua volta che si tratta di una falsità.

Il nostro amore è stato sempre bello e nobile, se sono stato la vittima di una terribile tragedia, è perché la natura di questo amore non è stata compresa.

Nella lettera di questa mattina dici una cosa che mi dona coraggio. Devo ricordarla. Scrivi che è mio dovere, nei tuoi confronti e nei miei, vivere nonostante tutto. Credo che sia vero. Proverò a farlo.

Voglio che tu tenga il signor Humphrey informato sui tuoi movimenti, così quando verrà potrà dirmi cosa stai facendo. Credo che gli avvocati possano vedere i prigionieri abbastanza spesso. Così potrà comunicare con te.

Sono contento che tu te ne sia andato. So quanto deve esserti costato. Ma sarebbe stata un’agonia per me saperti in Inghilterra, quando il tuo nome fosse venuto fuori durante il processo. Spero che tu abbia copie di tutti i miei libri, le mie sono state vendute.

Tendo le mie mani a te. Possa io vivere per toccare le tue mani e i tuoi capelli. Penso che il tuo amore vigilerà sulla mia vita. Se dovessi morire voglio che tu viva una vita serena da qualche parte, circondato da fiori, libri, dipinti e tanto lavoro.

Cerca di farti sentire presto. Ti sto scrivendo questa lettera in mezzo a una grande sofferenza; questa lunghissima giornata in tribunale mi ha reso esausto.

Carissimo ragazzo, dolcissimo fra tutti gli uomini, il più amato e adorabile. Oh aspettami! Aspettami!

Sono ora, come sempre da quando ci siamo incontrati, con eterno amore devotamente tuo,

 

Oscar.

 

oscar-wilde-e-lord-alfred-douglas

Nov 11, 2016 - Senza categoria    No Comments

Una dichiarazione d’amore struggente…

 

Ci sono amori che non si scordano mai, nemmeno dopo la morte. Spesso pensiamo che i personaggi famosi del piccolo o grande schermo abbiano una vita  sempre facile, felice,  purtroppo non è mai così semplice come crediamo. Anche le loro vite come quelle di ogni comune mortale è costellata da drammi che li segneranno per sempre come l’improvvisa perdita della persona amata. Mi è capitato di leggere questa bellissima lettera “d’amore”, scritta da Alain Delon davanti al feretro della sua amatissima ed indimenticabile  Romy Schneider.  E per quelle parole  struggenti, che chiudono la lettera: “Ti dico addio, il più lungo degli addii”. Questa appassionata dichiarazione di un innamorato che adombra segreti tormenti d’un cuore nero, è la più bella lettera d’amore del Novecento.

29 Maggio 1982,

Ti guardo dormire. Sono accanto a te, mia Puppelé, Bambolina E penso che sei bella, e che forse non lo sei mai stata così tanto. Per la prima volta nella mia vita – e nella tua – ti vedo serena, in pace. Come sei calma, come sei bella. Sembra che una mano abbia dolcemente cancellato dal tuo viso tutte le angosce. Ti guardo dormire. Penso a te, a me, a noi. Di che cosa sono colpevole? Ci si pone una domanda simile davanti una donna che si è amata e che si ama ancora. Arrivavi da Vienna e ti aspettavo all’aeroporto di Parigi con un mazzo di fiori che non sapevo come tenere. Mi sono perdutamente innamorato di te. E tu ti sei innamorata di me. Mio Dio, come eravamo giovani, e come siamo stati felici. Poi la nostra vita, che non riguarda nessuno se non noi, ci ha separati. Mia Puppelé, ti guardo ancora e ancora. Voglio divorarti di sguardi. Riposati. Sono qui, vicino. Ho imparato un po’ di tedesco, grazie a te. Ich liebe dich . Ti amo. Ti amo, mia Puppelé”.

romy1-500x350